Parola mia

Detersivo per lavatrice fatto in casa al sapone di Marsiglia

Nella cascina dove abitavano i miei nonni ho il ricordo di mia nonna che lavava i panni a mano nel lavatoio con il sapone di Marsiglia.
Prima li metteva a bagno nella tinozza; poi li lavava ad uno ad uno.
Se chiudo gli occhi sento ancora quel profumo intenso di pulito e di nonna.
Per noi ora è impensabile e penseremmo: “Che sbattimento”.
Da quando è nato il mio piccolo tolgo le macchie dai suoi vestiti con il sapone di Marsiglia. Ma quando ho molti panni, butto tutto in lavatrice.
Il detersivo che trovo facilmente al supermercato ha tantissimi ingredienti.
Certo potrei andare al supermercato biologico spendendo 3 volte tanto.. l’alternativa c’è.
Ma poi penso… se la nonna lavava solo con il sapone di marsiglia, c’è bisogno del super detersivo adatto ai bambini che non solo costa tantissimo, ma ha un milione di ingredienti???
Inoltre non sopporto gli odori forti. Durante la gravidanza detestavo i profumi e ora nonostante abbia partorito da più di 7 mesi, ancora mi viene la nausea a sentire i profumi di donna forti e i panni puliti troppo profumati.

… e così mi sono dilettata a realizzarlo io.

Tempo di preparazione: 10 minuti.

Per la prima volta ho deciso di non esagerare con le dosi, per evitare di dover buttare tutto in caso di fallimento.
L’esperimento è iniziato mettendo a bollire 1 lt di acqua.
Intanto ho grattugiato una saponetta di sapone di Marsiglia, circa 150 grammi.
Appena l’acqua ha iniziato a bollire ho spento il fuoco e ho aggiunto il sapone, 2 cucchiai di aceto bianco e 3 cucchiai di bicarbonato (avanzato da tutti quei lavaggi di frutta e verdura anti-toxo… e rinnovo la mia gioia a non doverlo più utilizzare :-) hip, hip, urrà).
Ho girato il tutto e ho lasciato riposare circa 10 ore.
All’inizio rimane molto liquido, ma dopo la fase di riposo si forma una crosta sopra.
Prendete un frullatore ad immersione e frullate tutto. Ero scettica su questo passaggio, perchè avevo paura rimanesse odore sul mio fantastico minipimer che utilizzo per le pappe di mio figlio, invece dopo un bel lavaggio non è rimasto nulla.
Ho poi travasato in un contenitore di plastica (io ne avevo uno vuoto del detersivo dei piatti).
La consistenza è piuttosto densa, per questo consiglio o di metterlo direttamente nel cestello, oppure di spingerlo bene in fondo nella vaschetta.
Infine l’ho utilizzato e i panni hanno un bel profumo delicato e vengono puliti.
Le macchie di pappa conviene sempre pretrattarle, ma già lo facevo con i detersivi industriali.
Si può aggiungere qualche essenza profumata, ma io personalmente lo preferisco così.
Ora il mio bagno è invaso dall’odore di sapone di Marsiglia.. buonissimo.

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply